DOS PARABLAS…..OTRO MUNDO

Roberto Domenichini
10 feb 2012

 

DOS PALABRAS

OTRO MUNDO!

 

Domenica 29 gennaio si è terminata un’esperienza unica per il mondo dello Stand up paddling, due culture mediterranee,  quella Italiana e quella Spagnola, si sono incontrate per confrontarsi e scambiarsi esperienze.

Sede del meeting Italo-Spagnolo la splendida cittadina Spagnola di Altea e il centro sportivo Camilo Cano , alla presenza del Consigliere dello sport Sergio Villalba

 

 

Protagonisti dell’incontro

Per la Spagna: IOSUP, Fernando Labad, Gulliermo Pena

Per l’Italia: FISURF, Roberto Domenichini, Franco Piccioni. Presentatore ISA per l’Italia Alessandro Dini.

Ospiti per cinque giorni di questi due amanti e profondi conoscitori del Paddling, hanno potuto rendersi conto direttamente della loro metodologia didattica costruita e realizzata dopo oltre quattro anni passati a osservare, sperimentare, informarsi, viaggiare e studiare.

Un lavoro enorme fatto con passione e amore che ha reso IOSUP una realtà leader in Europa e non solo.

Difficile non porsi delle domande sullo sviluppo dello Stand up in Italia e sull’approccio fino a oggi proposto.

IOSUP ha condensato in una pratica sportiva un concentrato di passione e sensibilità, ha reso uno sport apparentemente facile e quasi banale in una disciplina sportiva completa che allarga i suoi orizzonti a 360°.

Flat water, wave water, paddlefit, paddleriver, paddlerescue, sono le tipologie didattiche prese in considerazione ed elaborate da questi precursori Iberici.

Questo è il motivo del titolo del report, “otro mundo” è un’affermazione uscita in modo naturale al termine dell’esperienza vissuta.

 

PENSIERO PERSONALE

Chi parla ora è Roberto, personalmente il viaggio programmato in Spagna da Fernando e Gulliermo, rappresentava un’Ultimo tentativo per cercare di comprendere se i presupposti per credere e sostenere in Italia questa meravigliosa disciplina sportiva, c’erano ancora.

 

 

Durante questi ultimi due anni, nonostante i tentativi e l’impegno profuso per far crescere il SUP, i risultati ottenuti non erano sicuramente all’altezza delle aspettative.

In questi casi il dubbio s’instilla e prende forza, avendo letto di IOSUP, avendo avuto un contatto diretto con Fernando. Attratto e incuriosito dai loro progetti,  il passo è stato breve……biglietto aereo rayanair.

L’accoglienza e l’ospitalità sono state superlative, non voglio dilungarmi in apprezzamenti e lodi che mi porterebbero solo lontano dal pensiero che vorrei esprimere e trasmettere.

Sinceramente sono andato lì un po’ deluso dallo standup e convinto delle mie capacità di Istruttore, sicuro e convinto di non scoprire nulla di che. Ho dovuto fare un bagno di umiltà e aprire gli occhi; davanti a me un orizzonte nuovo si configurava.

Una visione diversa, un nuovo modo di concepire questo sport e soprattutto un modo nuovo per proporlo, professionale e competente.

Un’iniezione di fiducia costruttiva contagiosa, queste sono state le sensazioni che Roberto ha provato e che si è riportato a casa.

Uno spirito nuovo e tanta energia in più,  che ormai era quasi sopita.

 

 

Quindi che dire al momento : muchas gracias IOSUP, muchas gracias Fernando e muchas gracias Gulliermo.

Una bella esperienza che spero possa avere un seguito anche nel nostro paese, un  gemellaggio di appassionati per crescere insieme e migliorare la diffusione di questo affascinante sport.

 

 

 

 

Visto 1282 volte

Lascia la tua opinione